Pagine

domenica 30 settembre 2012

CROSTATA CON FROLLA DI RISO FRUTTA FRESCA



Frolla di riso e miele

150 farina di rido

60 gr fecola di patate

3 cucchiai d’olio di mais

4 cucchiai di miele

2 uova

Un po’ di latte per impastare

 

Mescolare le farine, aggiungere le uova , il miele e il latte impastare il tutto. Mettere in frigo per 20 minuti e tirare la sfoglia

Cuocere in forno caldo a 180 gradi per 20 minuti.


 

 

 

Farcire con panna montata senza zucchero e frutta fresca al naturale.
 
Partecipo AL CONTEST La frutta la metto nel dolce




giovedì 27 settembre 2012

POLPETTONE SPINACI E BESCIAMELLA VEGETALE

Polpettone di spinaci e besciamella vegetale
500 gr di spinaci freschi
300 g. di  besciamella vegetale
1 spicchio di aglio
20g. di olio
5 cucchiai di grana grattugiato
80 gr parmigiano grattugiato
Olio per friggere
Sale
Pepe
Preparazione
Lavate bene gli spinaci, lessarli con l’acqua rimasta nel lavaggio  e niente sale, per 10 minuti.
Strizzarli e rosolarli  in padella con olio  e l’aglio.
Dopo altri 10 minuti frullarli e unite la besciamella, il grana il pepe.
Stendete il composto su una teglia foderata di pangrattato e un po’ d’olio.
Mettere sopra un po’ di pangrattato e parmigiano.

Infornate per 30 minuti a 180 gradi.



potrebbe interessarti

frittata-di-lattuga







catalogna-allo-stracchino-e-yogurt

BESCIAMELLA VEGETALE

·                          Besciamella vegetale
·                          4 cucchiai di olio di oliva
·                          50 g di farina OO
·                          25 cl di brodo vegetale
·                          Noce Moscata qb
·                          Pepe qb
·                          Sale qb

Fate scaldare l'olio, mettere 3 o 4 cucchiai di farina aggiungere il brodo vegetale .
Mescolare per una decina di minuti senza interruzione e fate addensare la salsa.
Aggiustare di sale.
Aggiungete la noce moscata e volendo pepe bianco macinato.
La besciamella deve essere bella soda.

TORTA DI CANNELLINI RICOPERTA DI MELANZANE






Ingredienti per 4 persone:
400 gr. di fagioli cannellini già lessi
una spicchio d’aglio
sale,
2 cucchiai di olio extra vergine di oliva
pepe
50 ml  di aceto di mele
un pizzico di zenzero
un pizzico di  rosmarino
10 fagiolini lessi
3 melanzane grigliate
Procedimento:

Tagliare le melanzane a fette e metterle sulla griglia calda ricoperta di sale.
Farle grigliare da ambo i lati.
Una volta grigliate passarle da un solo lato nell’olio.
Scolate bene i cannellini dall’acqua di cottura.
In un tegame mettete a soffriggere lo spicchio d’aglio con olio e cannellini, salare e pepare.
Frullate i cannellini con il rosmarino e l’aceto, deve avere la consistenza di una crema.
Con della pellicola foderate un piccolo stampo, adagiare la melanzane sulla pellicola dal lato oleato.
Stendere sopra metà del paté, adagiare i fagiolini lessi e ricoprire con il restante paté.
Ripiegate le melanzane sull’eterno del paté e lasciare in frigo per 8 ore.


martedì 25 settembre 2012

RISOTTO AL PESTO

Un vero sposalizio di profumi in un piatto semplice ma non troppo, occore una grande manualità per fare il vero pesto-ligure .
Gli ingredienti per 4 persone sono:
Brodo vegetale
250 gr di riso carnaroli
1 scalogno
Olio extra vergine di oliva
pesto-ligure
30 gr latte
Parmigiano qb
1 bicchiere di vino bianco secco
Qualche foglia di basilico
Sale e pepe

Mettere l’olio in un tegame con lo scalogno affettato fine  e il riso, tostare il tutto.
Aggiungere un bicchiere di vino bianco e far evaporare.
Aggiungere il brodo vegetale lentamente e portarlo a cottura.
A fine cottura aggiungiamo il latte e regoliamo di sale e pepe e mantechiamo aggiungendo il pesto e il parmigiano. Lasciamo riposare qualche minuto e serviamo caldo, aggiungete per guarnire qualche foglia di basilico.

TI POTREBBE INTERRESSARE
Timballo agli acini d'uva





Riso-tricolore

PESTO LIGURE


Per fare un buon  pesto  occorre un mortaio di marmo e un pestello in legno, tanta manualità e pazienza.

Lavate in acqua fredda il basilico e poi mettetelo ad asciugare su un canovaccio.
Cominciate a mettere nel mortaio d'aglio e il sale ( questo serve a far rimanere le foglie del basilico si un bel verde intenso) poi aggiungete alcune foglie  di basilico giovani e fresche e “ via via” tutte le altre.
Nel basilico sono contenuti  gli oli essenziali e per  ottenere un miglior sapore non  bisogna  pestare ma ruotare il pestello contro le pareti di marmo in senso rotatorio.
Quale meglio occasione per  sfatare il mito della parsimonia dei liguri che insieme a questi poveri ingredienti aggiunge abbondanti pinoli e formaggi come:
parmigiano reggiano e pecorino sardo, entrambi DOP e  stagionati, infine l'olio extravergine d'oliva ligure , versato piano “a goccia” che amalgama e crea una crema dal sapore intenso ma non aggressivo, un sposalizio di profumi.


Ingredienti :
Basilico - 50 grammi

Olio extravergine di oliva - ½ bicchiere

Parmigiano grattugiato - 6 cucchiai da cucina

Pecorino grattugiato - 2 cucchiai da cucina

Aglio
- 2 spicchi

Pinoli - 1 cucchiaio da cucina

Sale grosso - qualche grano



Il pesto ligure una crema dal sapore intenso ma non aggressivo, uno sposalizio di sapori



sabato 22 settembre 2012

TORTA COCCO-FRAGOLA


Torta morbida cocco-fragola

Ingredienti

250 gr di ricotta

150 gr farina di cocco

150 gr di farina di riso

4/5 cucchiai di miele

3 uova

1 busta di lievito

Un pizzico di sale

Un bicchiere di latte

1 confezione di fragole da 250 gr.

 

 

Mettete la farina di cocco e quella di riso in una ciottola con un pizzico si sale, al centro mettete le uova, le ricotta, il miele e mescolate.

Aggiungete il lievito e il latte.

Versate l’impasto su una teglia foderata di carta forno e distribuite le fragole sulla superficie.

Mettete la teglia in forno caldo a 180° per 45 minuti.

 


 
con questa ricetta partecipo al contest  Un dolce al mese Settembre 2012
 
 
 
 
 
 

giovedì 20 settembre 2012

BUCCIA D'ANGURIA SOTT'ACETO

L'anguria si compone di acqua (94% circa),di proteine e fibre alimentari,  glucidi, minerali come sodio, potassio, ferro fosforo e calcio, vitamine A e C, PP, B2 e B1.
Si è scoperto che soprattutto nella buccia è contenuto il licopene e la citrullina.
Il licopene ha  proprietà antiossidanti e anticancerogene ed è presente anche nei  pomodori, ma il cocomero ne contiene di più.
In più è anche un frutto dissetante diuretico e depurativo a basso contenuto calorico.
Infine parliamo della citrullina e delle sue  proprietà rilassanti sui vasi sanguigni.
Questo enzima viene trasformato dal nostro corpo in arginina che è un amminoacido con doppia    funzione: stimolate del sistema immunitario e protegge quello cardiovascolare.
L’arginina migliora l’insulina aiutando  le persone obese o con problemi di  diabete .


Ingredienti
250g di Buccia d’ ANGURIA
250 gr zucchero di canna
50ml aceto di vino bianco
mezzo limone
1 pezzetto di cannella
3-4 chiodi di garofano
Sale grosso 2 cucchiai
Preparazione
Tagliate a quadretti la buccia dell’anguria.
Mettetela per un giorno in acqua e sale.
Il giorno seguente prendete la buccia adagiatela in un tegame e copritela con acqua fredda farla cuocere per 30 minuti.
Lasciarla raffreddare nella sua acqua.
Mettete a bollire per 10 minuti lo zucchero con l’aceto e il limone a pezzetti, la cannella e i chiodi di garofano, aggiungete la buccia di anguria e fate cuocere per altri 20 minuti.

Invasate caldo e chiudere ermeticamente i barattoli, consumare dopo 1 mese.








mercoledì 19 settembre 2012

CREMA DI MAIS

CREMA MAIS
300GR MAIS IN SCATOLA
OLIO extravergine di oliva
1 CIPOLLA
3 DL BRODO di verdura
SALE PEPE PREZZEMOLO

Soffriggete in un tegame con l’olio, la cipolla tritata fine e  il mais sgocciolato.
Poi il brodo e fate bollire per 20 minuti.
Mettete da parte 2 cucchiai di mais e frullate il resto.
Aggiungete sale e pepe, il prezzemolo tritato, infine il mais intero.
Aggiungete un filo d’olio extra vergine a crudo





pertecipi al contest


lunedì 17 settembre 2012

Timballo di riso agli acini d'uva

Lo sguardo si perde nel vedere  le distese di ettari  coltivati ad olivi e vitigni.
Il paesaggio è fantastico; l’intreccio dei colori che il caldo dell’estate dona, riempie gli occhi di tonalità morbide e appassionate, dal giallo ambrato dell’erba ormai pronta alla mietitura al freddo verde-argento degli ulivi, per finire con un intrecciarsi di morbide forme geometriche, le colline che rendono sinfonico tutto il panorama.
Non resta che dire: Magnifica!










La ricetta nasce da questo mio viaggio: 






ma soprattutto per assaporare l'aroma e il profumo
di questi grandi vini :




Timballo di riso agli acini rossi

Ingredienti:
2 grappoli d’uva nera
300 gr di riso
2 uova
100 gr parmigiano
100 gr pancetta affumicata
100 gr burro
Pane grattugiato
Sale e pepe
Vino rosso 2 bicchieri
Acqua 1 bicchiere
Cipolla


Sbucciate la cipolla e affettatela finemente, mettetela in un tegame con il burro e fatela soffriggere.
Unite il riso e la pancetta, tostate entrambi.
Aggiungete pian piano il vino e l’acqua  e lasciatelo cuocere per  10 minuti.
Nel fra tempo mettete il pangrattato su fondo di una teglia imburrata e ricoprirla con gli acini d’uva nera.
A cottura del riso aggiungere sale e pepe, le uova e il parmigiano. Mantecate il tutto e versatelo sugli acini.
Infornate per mezzora a 180° gradi.


Con questa ricetta partecipo al



partecipo al contest "riceitaly.com vincerice"




potrebbe interessarti liquore di susine





venerdì 14 settembre 2012

TORTA DI FINOCCHI ALLA RICOTTA

Finocchi gratinati alla ricotta



Ingredienti:
3 finocchi
60g ricotta
prezzemolo
pane grattugiato
zenzero
formaggio grattugiato
latte
olio evo
sale

Lessate i finocchi con poca acqua per 10 minuti devono essere al dente.
Preparate una salsa con  la ricotta con il pane grattugiato, il sale ed il prezzemolo; ammorbidire con il latte e spolverare con lo zenzero.
Oliate una teglia, mettetevi sopra uno strato di finocchi e uno strato di salsa di ricotta;
ripetere alla fine  cospargere con pane grattugiato e formaggio grattugiato.
Infornare a 180° per 20 minuti.

 E mentre tutto cuoce anche il mio leo aspetta

POTREBBE INTERESSARTI




LinkWhitin

x